Gianluca Costantini

GRAPHIC JOURNALISM e attivismo nell’era di internet
con Gianluca Costantini

18 e 19 GENNAIO dalle 10 alle 18

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Due giorni di indagine e disegno per capire come rappresentare e raccontare un avvenimento sociale e politico.
Gli aspetti, le procedure e i problemi che conseguono il racconto del reale.
Il Graphic Journalism oggi raccoglie esperienze differenti che vanno dagli articoli per la carta stampata o il web, ai reportage, a versioni di New Journalism (quindi con narrazione ampia e quasi da romanzo): quello che lega tutte queste produzioni e il desiderio di cartografare la realtà, mostrarne aspetti poco conosciuti o ignoti, raccontare qualcosa di vero attraverso il disegno, mobilitare. Nell’area del Mediterraneo questa forma giornalistica, narrativa e spesso di denuncia, ha una sua specifica connotazione e frequentazione. In forme di autoproduzione, progetti artistici pilota o in vere proprie redazioni dalla Turchia al Libano, dall’Egitto all’Algeria, per poi transitare nel nord del bacino del Mar Bianco, come viene chiamato in arabo, le modalità di fare giornalismo grafico sono molteplici.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

PROGRAMMA
Dopo una breve presentazione del mio lavoro per raccontare e far capire chi i corsisti hanno davanti affronteremo alcuni dei temi che voi ci proporrete dalla storia del luogo e del quartiere alle storie delle organizzazioni coinvolte. La seconda parte sarà impostate sul disegni e sulla sceneggiatura: come preparare la storia, raccogliere e incrociare le fonti e ricerca iconografica. La tera e ultima parte sarà la conclusione del fumetto.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

OCCORRENTE
Materiale da disegno (quello che usi solitamente) può anche essere strumentazione digitale.
Tablet, computer oppure cellulare per ricerche on-line.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

ISCRIZIONI
Il corso sarà attivato con un numero minimo di 5 iscritti ed é limitato a 15 partecipanti.

 

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

TESSERAMENTO
La partecipazione é riservata ai soci.
E’ possibile richiedere la tessera on line compilando questo modulo.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

DOVE
The Paper Lab
strada del Fortino 20 – Torino

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Gianluca Costantini è un artista attivista che da anni combatte le sue battaglie attraverso il disegno. Censurato sul web dal governo turco, Ha indignato molti lettori francesi per un breve fumetto sulla storia dei terroristi di “Charlie Hebdo”. Collabora attivamente con le organizzazioni ActionAid, Amnesty, Cesvi, ARCI e Oxfam. I suoi disegni sono diventati il racconto del HRW Film Festival di Londra, del FIFDH Festival dei diritti umani di Ginevra, del Festival dei Diritti umani di Milano e del Festival di Internazionale a Ferrara.

Dal 2016 accompagna con i disegni le attività di DiEM25 Democracy in Europe Movement 2025 il movimento fondato da Yanis Varoufakis e collabora attivamente on-line con l’artista Ai Weiwei.

Nel 2017 è stato candidato al European Citizenship Awards.
Ha Pubblicato storie a fumetti su “Internazionale”, “Pagina99”, “D la Repubblica”, “Narcomafie” e “Corriere della Sera” in Italia, su “LeMan” in Turchia, sul “Courrier International” e “Le Monde Diplomatique” in Francia, su “World War Illustrated” negli Stati Uniti. Collabora con i portali di informazione americani CNN, Words Without Borders e Muftah Magazine, con l’inglese The New Arab e l’olandese Drawing the Times, in Italia con ilPOST, Focus e Graphic News.

I suoi ultimi libri sono Fedele alla linea, Diario segreto di Pasolini, Pertini fra le nuvole, Arrivederci Berlinguer, Cena con Gramsci, Julian Assange dall’etica hacker a Wikileaks per le Edizioni Becco Giallo e Cattive abitudini, L’ammaestratore di Istanbul e Bronson Drawings per GIUDA edizioni, Officina del macello per Eris Edizioni e per NdA ha pubblicato “Le cicatrici tra i miei denti”

www.gianlucacostantini.com
Twitter: @channeldraw